Ritorno all’ufficio postale (Casa, 22 Febbraio 2013)

Lascia un commento

febbraio 22, 2013 di furahaa

Sono di nuovo a casa, dopo i territori sconfinati dell’Africa nera, i tramonti, la pioggia e il sole, la polvere, le buche per la strada. Sono a casa mia, adesso. Non me l’ero scordato, l’ufficio postale del mio paese. Ma c’è una nuova, oggi, allo sportello.

Arriva proprio un numero prima del mio.
Cavolo.
Tutta agghindata, posa la borsetta zebrata, la mantella dai disegni cachemire, prende il suo badge e lo infila al collo, molto, molto lentamente. Tanto mica c’è fretta. Poi accende il computer, sembra specchiarsi nel monitor.
Comincio a fare complicati calcoli matematici sperando che si liberi prima lo sportello accanto, dove c’è un signore più sveglio. Un po’ più sveglio.
Anche lo sportello accanto chiude, osservo alla moviola l’immagine del tipo che fa girare il suo affarino dall’ “aperto” al “chiuso”. Che tragedia.
Quella continua a guardarsi intorno, poi di nuovo a cercar qualcosa dentro al monitor. Comincio a convincermi che ci sia davvero uno specchio, al posto dello schermo. Si mette in testa il suo bel cerchietto, la frangia castana le si arriccia un po’, sembra un barbagianni confuso.

Comincio a guardarla molto male. Pronto?? Quando ti decidi a chiamare??
Finalmente capisce che deve pigiare il bottoncino per far andare avanti i numeretti.

Devo fare l’operazione più complicata del mondo, non ce la farà mai entro questo mese.

Mi avvicino, l’idea di stroncarla con qualche battutina sarcastica svanisce via via che mi accorgo del suo panico da nuova arrivata.

Devo fare un Moneygram. In kenya.

Spavento e delirio.

Ripete, per essere sicura di aver capito bene.

Un Moneygram.

Sì.

Dove sono i moduli del Moneygram??? Il collega, provvidenzialmente ritornato al suo posto lì accanto, l’assiste. Dieci minuti dopo, ecco che ricompare.

Compili questo.

Ok.

La città??

Nairobi.

Scritto proprio così, Nairobi?

Sì. NAIROBI.

Posso avere il suo codice fiscale?

E’ scritto lì?

Dove??

Sotto al nome.

Ah…

Poverina, deve essere proprio al primo giorno – penso da sola -.

Il nome del destinatario.. questo è il nome o il cognome?? E beh, qui ha ragione lei, non lo può sapere con questi nomi strani.

Ehm.. ma qui.. il nome.. non CACCIA.

Nel panico generale l’elegante sportellista nuova decade nel dialetto locale. Il nome non.. non.. non ci entra, non c’è spazio a sufficienza nella finestra dedicata, sul computer. Avrebbe voluto dire. Interviene di nuovo il collega accanto. Niente paura, problema risolto.

Eh beh, se non ci fosse entrato il nome del destinatario, sarebbe stato giusto un po’ un problema.

Poi si passa alla parte del mittente.

Ah.. ma sei italiana.

Sì.

Infatti..si vede che non sei straniera, parli bene l’italiano.

Ehm.. sì, anche perché se fossi stata kenyota, sarei stata un po’ più scura – mi scappa, non riesco a trattenermi, ma la sportellista nuova, ormai apparentemente rilassata e in confidenza, ha la risposta pronta. Beh.. potevi anche essere di un altro Paese!

D’improvviso mi immagino una russa che da un paese sperduto del sud Italia manda soldi in Kenya. Che storia entusiasmante sarà mai questa!! Mah.

Chissà cos’avrà pensato la sportellista nuova.

Felice di aver portato a termine l’operazione, infila il modulo nella macchinetta che stampa le ricevute. Ma nella foga felice, la infila male e quella viene fuori con la stampa della ricevuta tutta storta, a coprire la parte compilata.

Nuovo panico e delirio.

Il buon collega accanto di nuovo la viene a salvare. Niente paura, facciamo una ristampa.

Mi consegna il modulo, mi guarda per due istanti, ancora un po’confusa.

Uno. Due. Ahhh!! Beh in totale fa tali euro e tali spicci.

Nella foga del momento, lei quasi si dimenticava di chiedermi i soldi e io quasi di pagare.

Ignara delle terre di sole e terra in cui la sua rocambolesca performance andrà a terminare, ritorna a sistemare compiaciuta la sua borsetta, quella zebrata.

© Verena Bruno and Lastradaperfuraha.wordpress.com, 2012. Unauthorized use and/or duplication of this material without express and written permission from this blog’s author and/or owner is strictly prohibited. Excerpts and links may be used, provided that full and clear credit is given to Verena Bruno and Lastradaperfuraha.wordpress.com with appropriate and specific direction to the original content.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: